venerdì , 20 ottobre 2017
Sicurezza scuole, l’anno riparte senza certezze.

Sicurezza scuole, l’anno riparte senza certezze.

Abbiamo letto il messaggio del Sindaco Mismetti per l’avvio del nuovo anno scolastico non senza un certo stupore circa quanto affermato dallo stesso Sindaco sulla condizione degli edifici scolastici del nostro Comune. “La situazione degli edifici è decisamente migliorata”, afferma Mismetti, come se si trattasse di un malato che si sta riprendendo gradualmente da una malattia.

Anche noi ci uniamo agli auguri a tutti gli studenti della nostra città per un proficuo e sereno anno scolastico.
Tuttavia, in tema di sicurezza degli edifici scolastici, dove i nostri figli dovranno passare molto del loro tempo nei prossimi mesi, non possiamo accettare dichiarazioni vaghe e genericamente rassicuranti, giusto per “stare tranquilli” ed incrociare le dita sperando che vada tutto bene. Tanto meno possiamo accettarlo da chi ha la massima responsabilità, cioè l’Amministrazione Comunale.

Il Sindaco ci deve dire quali interventi sono stati realizzati negli edifici dopo la recente crisi sismica e, soprattutto, ci deve dire se le scuole di Foligno sono state adeguate alle normative antisismiche e il loro livello di vulnerabilità. E deve informarne la città per ogni singolo edificio.
Siamo a 20 anni dal grave terremoto del 1997, la cui ricostruzione avrebbe dovuto avere come risultato tutti gli edifici primari della nostra città adeguati sismicamente e, quindi, sicuri. Anche in considerazione della quantità ingente di risorse che vennero stanziate per quella ricostruzione.
Purtroppo, gli eventi sismici dello scorso anno ci hanno impietosamente dimostrato che così non è per tutti gli edifici.

Come M5S di Foligno avanzammo, nei giorni immediatamente seguenti alle prime scosse, proposte per la gestione dell’emergenza e proposte di medio- lungo termine per “chiudere” una volta per tutte la questione sicurezza degli edifici della città in senso positivo e definitivo. Come sempre non venimmo ascoltati. Sono loro che governano la città (da sempre) e sono loro che decidono, ma non possiamo accettare affermazioni generiche in perfetto stile del “tirare a campare”, come ormai ci ha abituato questa inconcludente ed asfittica Amministrazione che ormai deve sperare che nessuno dei suoi consiglieri si prenda l’influenza, altrimenti la maggioranza non avrebbe più i numeri, rimandando sine die la soluzione dei problemi della città.

Abbiamo presentato in questi giorni un’interrogazione urgente, per avere risposte certe riguardo all’iter post demolizione della scuola media G.Carducci.
Nei giorni del 15 e 16 agosto infatti, i quotidiani locali hanno dato notizia dello slittamento dell’inizio lavori per la ricostruzione del nuovo edificio dopo l’avvenuta demolizione della vecchia struttura nel mese di aprile in cui chiediamo:
– Chi ha redatto il progetto architettonico preliminare della nuova scuola, e chi quello strutturale esecutivo
-se è stata indetta la gara per l’appalto, se si con quale procedura
-se al momento risulta esserci un’impresa vincitrice e quando è previsto l’inizio lavori.

Inoltre, come M5S di Foligno, continueremo a chiedere in tutte le sedi Istituzionali, come stiamo facendo ormai da tempo, la situazione reale della sicurezza di tutti gli edifici e chiederemo di fornirci tutte le relative certificazioni tecniche e ad informarne la cittadinanza.
Ai nostri ragazzi certamente faranno piacere gli auguri di buon lavoro ma la loro sicurezza è una responsabilità primaria dell’Amministrazione.
Dal Sindaco vogliamo numeri e certezze non annunci generici che potrebbe fare un cittadino qualunque.

I consiglieri Fausto Savini Valentina Ferrari, M5S.

Articoli correlati:

About m5sfoligno

Informazioni e accrediti UFFICIO STAMPA Movimento 5 Stelle Foligno Tel . 3240982088

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top