venerdì , 23 febbraio 2018
Piste ciclabili, per una città più vivibile

Piste ciclabili, per una città più vivibile

Domani presenteremo questa interrogazione riguardante “le piste ciclabili”, argomento che oggi è al centro dell’attenzione della città, in quest’ultima chiediamo il costo al metro lineare della realizzazione della piste e soprattutto se è stata programmata una loro manutenzione.

Siamo fortemente convinti che la nostra città, per le caratteristiche territoriali e per la sua dimensione, debba sviluppare questa forma di cosiddetta mobilità alternativa per una migliore vivibilità cittadina e per generare un minor impatto ambientale.
Quello che vogliamo che venga assolutamente evitato è il solito sistema degli interventi a spot, magari progettati in fretta e furia per non perdere qualche finanziamento regionale o europeo, senza aver sviluppato un serio progetto della mobilità cittadina e senza avere una visione ed un’idea di quello che dovrà essere la Foligno del futuro.

La dimostrazione di questa mancanza di progetto complessivo della mobilità cittadina si vede nella mancanza assoluta di manutenzione delle piste ciclabili realizzate in passato, nella chiusura del centro fatta per non scontentare nessuno, ma senza una logica della mobilità causando più disagi che benefici, nel non prevedere adeguate spazi ciclo-pedonali nelle strade di più recente realizzazione.
Una città con una mobilità sostenibile non si realizza con gli annunci o con l’utilizzo di qualche finanziamento che produce qualche taglio di nastro in più da fare in vista delle elezioni, ma si realizza con un progetto che riguardi anche la “cultura della mobilità”. Per fare questo occorre necessariamente coinvolgere chi ne dovrebbe beneficiare degli effetti positivi cioè noi cittadini!

Articoli correlati:

About m5sfoligno

Informazioni e accrediti UFFICIO STAMPA Movimento 5 Stelle Foligno Tel . 3240982088

Un commento

  1. Ma chi è veramente Luigi Di Maio?
    È un giovane che dopo il diploma si è iscritto ad ingegneria, ma non è riuscito. Allora è passato a giurisprudenza, ma anche qui, si sa, non basta chiacchierare, ci vogliono i fatti, ed il povero Luigi ha abbandonato. Dopo il doppio fallimento universitario ha deciso di dedicarsi ad un’attività dove parlare è tutto: la politica. E qui, con la sua chiacchiera, ha avuto successo. 
    Adesso se ne sta a Roma a fare il parlamentare. Ogni tanto fa qualche viaggio, perdon missione, per i quali si prende dei rimborsi spese da super menager bancario (tutto pubblico vi prego di controllare).
    L’anno scorso ha festeggiato il suo trentesimo compleanno affittando una barca sul Tevere, da vero vip, come fanno calciatori e star dello spettacolo.
    Mi convince proprio questo Di Maio, non vedo l’ora di votarlo!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top