giovedì , 15 novembre 2018
Interrogazione – Mense scolastiche 04/2018

Interrogazione – Mense scolastiche 04/2018

Oggetto: Interrogazione sul diritto alla fruizione del servizio di mensa gratuita nella Scuola di Santa Caterina.

 

Ai Dirigenti area tecnica

Al sindaco Nando Mismetti

All’assessore Cultura, Scuola, Alta formazione, Politiche di genere

 

I sottoscritti Fausto Savini e Valentina Ferrari, Consiglieri del Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle, interrogano la S.V.

                                                                                         PREMESSO CHE

 

  • Abbiamo appreso dalla stampa che, in data 07/03/2018, nella scuola di Santa Caterina, una trentina di insegnanti e una collaboratrice scolastica hanno presentato ricorso alla sezione del lavoro del Tribunale di Spoleto chiamando in causa il Ministero dell’Istruzione, l’Ufficio scolastico regionale e il Comune di Foligno, per denunciare un problema che oramai si protrae da alcuni anni nella suddetta scuola, ovvero il disatteso diritto da parte delle insegnanti di poter usufruire del pasto completo durante la consumazione del pranzo. Secondo le disposizioni del contratto nazionale della scuola, infatti, alle insegnanti dovrebbe essere servito un menù comprendente primo, secondo, contorno con pane e frutta; lo stesso Comune di Foligno prevede nel suo “Regolamento di ristorazione scolastica”, all’art.2, un pasto completo di primo piatto, pietanza, contorno, frutta e pane, in conformità alla Tabella dietetica.

 

  • Questo servizio a oggi, e sembrerebbe da alcuni anni oramai, viene erogato parzialmente, in quanto alle insegnanti viene offerto solo il primo e il contorno. Ciò comporta disagi a chi soffre di intolleranze alimentari, ma soprattutto lede la funzione che dovrebbe avere il momento del pasto con i bambini: il servizio, infatti, (come recita anche il Regolamento comunale) “partecipa al carattere educativo dell’intera attività scolastica e non è di natura meramente assistenziale”.

La finalità quindi dovrebbe essere intesa come momento per l’educazione alimentare, uguale per tutti sia per i bambini che per gli adulti.

 

TUTTO CIO’ PREMESSO

 

Interroghiamo S.V. per sapere:

  • quali sono, a oggi, le norme di legge, o prassi amministrative, sulla scorta delle quali si è determinata questa situazione, da parte del Comune di Foligno;
  • quali atti e richieste sono state effettuate dal Comune nel corso del tempo per ovviare a questo disagio;
  • se, fin quando non sarà risolto il problema, si può comunque intervenire, dando la possibilità al personale almeno di avere un pasto alternativo al primo piatto

 

I consiglieri Fausto Savini – Valentina Ferrari Movimento 5 stelle 26/04/2018

 

About Rosangela Marotta

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top